alcuni protagonisti della collana
teseo e il minotauro
Nei tempi lontani di cui ci parlano i miti, sulla Terra viveva un mostro orrendo e spaventoso: il Minotauro. Era una bestia feroce, metà uomo, metà toro, che si nutriva di carne umana. A lui ogni anno erano destinati quattordici ragazzi e ragazze ateniesi, che venivano rinchiusi nel labirinto in cui questa terribile bestia era prigioniera. Grande era la disperazione ad Atene: esisteva sulla terra un eroe capace di liberare la città da questo terribile sacrificio?
il cavallo di troia
Già da dieci anni greci e troiani combattevano sotto le mura di Troia, una potente città affacciata sul Mar Egeo. Nessuna delle due parti riusciva a sconfiggere l’altra, sembrava che la guerra non sarebbe mai finita. Finché un giorno, il più astuto dei greci, Ulisse, re di Itaca, ebbe una grande idea per porre fine una volta per tutte a quel terribile combattimento. Fece costruire un gigantesco cavallo di legno: il cavallo di Troia…
l’eroe achille
Achille era il più grande eroe di tutti i tempi. Nessuno era in grado di eguagliare la sua velocità nella corsa e la sua abilità con la lancia e con la spada. Aveva solo un punto vulnerabile, il tallone, ma questo era così piccolo che, agli occhi di tutti, il grande eroe sembrava invincibile. Ecco perché decise di combattere nella leggendaria guerra di Troia. Lì Achille raggiunse la fama eterna, ma trovò anche la fine che il destino aveva in serbo per lui.
il vaso di pandora
Può sembrare incredibile, ma ci fu un tempo in cui tutti erano felici, perché non c’era sofferenza sulla faccia della Terra. Non c’erano malattie, né guerre, né terremoti o qualsiasi altra calamità. Un giorno, però, il dio Zeus si arrabbiò con gli esseri umani e decise di punirli, preparando per loro una trappola. Per questo creò Pandora, una giovane bella e astuta, dotata di tanta curiosità che, un giorno, senza volerlo, avrebbe cambiato il destino degli esseri umani e fatto loro perdere l’eterna felicità che fino a quel momento aveva regnato sulle loro vite.
prometeo, il ladro del fuoco
In un tempo remoto gli esseri umani non esistevano ancora sulla Terra. Gli unici abitanti erano animali: cavalli, balene, leoni, pesci e persino pulci. Fino a quando un titano di nome Prometeo ottenne dal re dell’Olimpo, il dio Zeus, l’incarico di forgiare una nuova creatura: l’essere umano. Prometeo divenne il principale protettore della specie umana e fece tutto il possibile per darle una vita comoda e felice. Osò persino disobbedire a Zeus, che si arrabbiò moltissimo. A quale terribile punizione avrebbe condannato il povero Prometeo?
orfeo ed euridice
Il giovane Orfeo aveva un talento ineguagliabile per la musica. Accompagnato dalla sua inseparabile lira, sapeva dare vita a melodie ammalianti. Gli animali più feroci diventavano miti, gli alberi si muovevano al ritmo delle sue canzoni e perfino le montagne danzavano con lui. Ma un giorno accadde qualcosa contro cui la sua musica non ebbe alcun potere: Euridice, la sua amatissima sposa, fu morsa da un serpente e morì. C’era solo un modo per riportarla sulla Terra: scendere negli inferi e affrontare i mostri di questo terribile mondo per salvarla. Orfeo sarebbe stato capace di compiere questa impresa?
perseo e medusa
Eliminare Medusa una volta per tutte era una delle imprese più ardite che un uomo potesse tentare. Medusa era un orribile mostro: al posto dei capelli, sulla sua testa si agitavano serpenti, dalla sua bocca sporgevano grossi canini e bastava incrociare il suo sguardo per restare pietrificati dalla paura. Fortunatamente un eroe ideò uno stratagemma per avere la meglio su di lei: questo giovane coraggioso era Perseo.
le fatiche di ercole
Nell’antica Grecia, esistevano leggende su innumerevoli eroi nati dall’unione tra divinità ed esseri umani, speciali per il coraggio, la forza o qualche altra virtù. Fra tutti loro, il più famoso e amato era sicuramente Ercole. Non c’era mostro che non avesse affrontato, né pericoli che non avesse superato. Gli dei gli imposero di cimentarsi in dodici terribili e pericolose fatiche: non sembrava possibile uscirne vivi, ma lui ci riuscì, come solo un eroe poteva fare.
zeus, il re dell’olimpo
Prima della comparsa degli dei, nel mondo regnava la razza dei titani, dodici enormi creature favolose. Il più potente tra loro era Crono, il tempo. Poiché una profezia lo aveva avvertito che uno dei suoi figli lo avrebbe spodestato, lui fece quant’era in suo potere per impedire che ciò si avverasse. Finché un giorno sua moglie diede alla luce un bambino di nome Zeus...
Eroi, dei, ninfe, mostri, creature fantastiche e
MOLTO ALTRO ANCORA!
Scoprili con Mitologia per bambini
UlisSE E la maga Circe
Pigmalione e Galatea
ADE E PERSEfone
Il castigo dI SIsifo
IL VOLO DI Icaro
...